Stevia (2a parte) 

Articoli tratti dalla rete.

Traduzione di Marco Turazza. 

Cos’è la Stevia

La stevia è una delle più salutari piante del mondo. Quello che le foglie di stevia sono in grado di fare all’interno del corpo e sulla pelle è incredibile.

Nativa del Paraguay, è una piccola pianta verde provvista di foglie che presentano un sapore delizioso e rinfrescante che può essere 30 volte più dolce dello zucchero.

Oltre ai glicosidi che danno il sapore dolce (stevioside, rebaudioside e dulcoside), vari studi hanno confermato la presenza nelle foglie di proteine, carboidrati, ferro, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rutina (un flavonoide) vitamina A, vitamina C ed un olio contenente altri 53 costituenti.

La Stevia nell’alimentazione

La maggior parte dei benefici alla salute deriva dal suo uso giornaliero, basato sull’assunzione di foglie integrali concentrate.

La ricerca scientifica indica che la stevia è in grado di regolare efficacemente il contenuto di zucchero nel sangue, portando il suo livello verso la normalità.

Viene venduta in Sud America come un aiuto a persone affette da diabete o da ipoglicemia.

Fin dalla sua introduzione negli USA, molte persone hanno riportato che in seguito all’assunzione di 20-30 gocce insieme ad ogni pasto, si verificava un ritorno alla normalità della glicemia in brevi periodi di tempo.

Altri studi hanno indicato che la stevia tende ad abbassare la pressione sanguigna degli ipertesi, mentre sembra non avere effetto in caso di pressione sanguigna normale.

Essa inoltre inibisce la crescita di batteri e di altri agenti infettivi, compresi quelli della carie dentaria.

Ciò può essere utile per spiegare il motivo per cui coloro che utilizzano la stevia riportano una minore incidenza di raffreddori ed influenze ed anche perché sembra essere così valida quando viene aggiunta ai dentifrici.

Molte persone, infatti, riportano un significativo miglioramento dell’igiene orale dopo aver aggiunto stevia concentrata ai loro dentifrici o dopo averla usata, diluita in acqua, per lavaggi orali giornalieri.

La stevia è anche un eccezionale aiuto nelle diete dimagranti in quanto non ha calorie e fa diminuire il desiderio di dolci e di cibi grassi.

10-15 gocce prese 20 minuti prima dei pasti sono in grado di far diminuire in modo apprezzabile l’appetito. Alcune ricerche indicherebbero che tale effetto è dovuto al ristabilimento della connessione ipotalamo-stomaco che in alcuni soggetti sarebbe interrotta. Si raggiungerebbe quindi la sensazione di sazietà mangiando meno del solito.

Altri benefici sono dati da un miglioramento della digestione e delle funzioni gastrointestinali.

Alcuni utilizzatori di stevia hanno anche riportato una riduzione del desiderio di tabacco e di alcolici.

La foglia di Stevia

La qualità delle foglie di stevia varia molto a seconda di vari fattori ambientali, come il suolo, il metodo di irrigazione, l’esposizione solare, la purezza dell’aria, le pratiche di coltivazione, le lavorazioni e lo stoccaggio.

Vi sono inoltre numerose specie di stevia che presentano diversi contenuti in stevioside/rebaudoiside.

La contaminazione batterica e fungina è un problema serio su cui porre molta attenzione. La stevia cinese ha solitamente un contenuto in stevioside/rebaudoside inferiore rispetto a quella di origine paraguaiana (5-6% contro 9-13%).

Il prodotto è disponibile sotto forma di bustine per infuso. Queste possono essere utilizzate direttamente in qualunque bevanda oppure in acqua calda, da aggiungere successivamente a qualsiasi bevanda per renderla più dolce. Questo perché i glicosidi che danno il sapore dolce sono rilasciati più rapidamente a caldo che non a freddo.

Stevioside

Stevioside e rebaudioside rappresentano i principi attivi responsabili del sapore dolce e possono essere reperiti sul mercato come polveri (di solito chiamati estratti) o come liquidi traparenti, prodotti mettendo in soluzione la stevioside ed aggiungendo un conservante.

La polvere può essere aggiunta direttamente a cibo e bevande, ma in quantità molto piccole. Il liquido viene usato goccia a goccia.

La stevioside ha più del 50% del suo mercato in Giappone, che consuma il 90% di tutta la stevia prodotta al mondo. La stevioside cinese ha una purezza dell’80-91%.

Sebbene la stevioside sia un ottimo dolcificante, non presenta tutti gli straordinari benefici delle foglie di stevia integrali, come tali o concentrate.

La Stevia come cosmetico

Prodotti cosmetici basati su foglie di stevia concentrati offrono molteplici benefici quando sono utilizzati in modo regolare.

Applicati come maschere facciali ammorbidiscono e rassodano la pelle, inoltre aiutano a risolvere vari problemi cutanei, come ad esempio: acne, bocca o labbra infiammate, seborrea, dermatiti varie ed eczema.

Vari test indicano che l’applicazione di alcune gocce di prodotto concentrato su tagli e ferite determinano: alleviamento del dolore, guarigione più rapida e minore formazione di cicatrici.

Il concentrato può essere lavato via facilmente con acqua tiepida e sapone.

Sicurezza della Stevia

Non si è mai rilevato alcun effetto collaterale con l’uso di stevia, né durante i 1.500 anni di utilizzo in Paraguai, né durante i 20 anni in Giappone. Tutti gli scienziati che hanno studiato la stevia assicurano che è una pianta sicura per l’uomo.

A seguito di ricerche intensive, il Dr. Daniel Mowrey ha così riportato:

"Sono stati effettuati moltissimi test di sicurezza dai Giapponesi durante la loro valutazione della stevia come possible agente docificante. Sono poche le sostanze che hanno dato risultati così costantemente negativi nei vari studi di tossicità. Sono stati eseguiti praticamente tutti i test immaginabili sull’estratto di stevia e sulla stevioside. I risultati sono sempre stati negativi. Nessuna anormalità nella variazione del peso, assorbimento del cibo, caratteristiche cellulari o di membrana, utilizzo di enzimi e substrati, caratteristiche dei cromosomi. Nessun effetto tossico acuto o cronico, nessuna formazione di tumori o di malformazioni alla nascita. Niente."

In tutte le sue forme, La stevia ha un gusto unico. Insieme con il gusto dolce è presente anche un gusto amaro quando viene utilizzato l’estratto o la stevioside in polvere.

Comunque, il gusto amaro, insieme a quello di liquirizia, scompare se il prodotto viene appropriatamente diluito in acqua o altro liquido prima dell’uso.

 

Questa descrizione della stevia e dei suoi utilizzi non costituisce in alcun modo una conferma di tali utilizzi. Al momento la FDA Americana permette l’importazione e l’etichettatura della stevia solo per gli usi approvati come complemento dietetico e cosmetico.

Torna a Newsletter