Echinacea spp. (3a parte)

Articoli tratti dalla rete.

Traduzione di Marco Turazza. 

Studi farmacologici 

AttivitÓ antiossidante dell’estratto di radice di Echinacea (Effetto antiossidante)

Hu C, Kitts DD J Agric Food Chem 2000 May;48(5):1466-72

Ricercatori del dipartimento dell’alimentazione, nutrizione e salute alla FacoltÓ di Agricoltura dell’UniversitÓ di British Columbia a Vancouver, Canada, esaminarono l’attivitÓ antiossidante dell’estratto di radice di Echinacea.

Estratti metanolici radicali di Echinacea (angustifolia, pallida e purpurea) essiccata e congelata furono esaminati per valutare le capacitÓ anti-radicali liberi ed antiossidanti.

Gli estratti radicali di Echinacea furono in grado di eliminare i radicali idrossilici.

Inoltre, le attivitÓ antiossidanti di tutte e tre le varietÓ di Echinacea determinarono un ritardo nella formazione del diene idroperossido coniugato. Gli estratti soppressero l’ossidazione delle lipoproteine umane a bassa densitÓ

Il meccanismo dell’attivitÓ antiossidante degli estratti radicali di Echinacea include l’azione anti-radicali liberi e la chelazione dei metalli di transizione.

L’Echinacea e L’Hydrastis canadenis determinano un aumento della produzione di Ig antigene-specifiche (Effetto immunomodulante)

Rehman J, Dillow JM, Carter SM, et al, "Increased production of antigen-specific immunoglobulins G and M following in vivo treatment with the medicinal plants Echinacea angustifolia and Hydrastis canadensis", Immunol Lett 1999 Jun 1;68(2-3):391-5.

Questo studio esamin˛ il potenziale immunomodulante antigene-specifico in vivo di un trattamento continuo con estratti di echinacea o hydrastis durante un periodo di 6 settimane.

Ad alcuni ratti fu iniettato un antigene (il KLH) e furono successivamente riesposti allo stesso KLH. Si monitor˛ la produzione di immunoglobuline per tutto il periodo di 6 settimane.

Nel gruppo trattato con echinacea, si riscontr˛ un aumento significativo delle IgG primarie e secondarie, in risposta all’antigene. Nel gruppo trattato con hydrastis si rilev˛ un aumento delle IgM primarie durante le due prime settimane.

L’Echinacea purpurea ringiovanisce le cellule killer naturali (Effetto immunomodulante)

Currier NL, Miller SC, "Natural killer cells from aging mice treated with extracts from Echinacea purpurea are quantitatively and functionally rejuvenated", Exp Gerontol 2000 Aug 1;35(5):627-639.

L’Echinacea purpurea fu testata su cellule killer naturali (NK) di topi vecchi per valutarne l’effetto immunostimolante.

Topi normali anziani furono divisi in 2 gruppi. Al primo fu somministrata E. purpurea per 14 giorni, al secondo fu iniettata tiroxina (stimolante della funzione delle cellule NK) per 10 giorni.

Furono quindi valutati il numero e la produzione di cellule NK nella milza e nel midollo osseo.

I metodi di indagine erano costituiti da tecniche di immunoperossidasi unite a tetracromo ematologico e doppia immunofluorescenza.

I risultati mostrarono che l’Echinacea purpurea contiene dei composti fitochimici in grado di stimolare la produzione "ex novo" di cellule NK e di migliorare la loro funzione citolitica in animali di etÓ avanzata.

L’Echinacea stimola la produzione di cellule immunitarie (Effetto immunomodulante)

Sun LZ, Currier NL, Miller SC, "The American coneflower: a prophylactic role involving nonspecific immunity", J Altern Complement Med 1999 Oct;5(5):437-46.

In questo studio si somministr˛ radice di Echinacea nella dieta giornaliera di topi normali per 1 o 2 settimane, per poter indagare sul suo possibile meccanismo d’azione.

Si valutarono i cambiamenti dinamici quantitativi avvenuti nel tempo sia su cellule mature che sui precursori delle cellule emopoietiche ed immunitarie della milza e del midollo osseo.

I risultati mostrarono che le cellule killer naturali ed i monocitogeni erano significativamente aumentati, sia a livello di midollo osseo che di milza, una settimana dopo l’inizio del trattamento con echinacea. Le dimensioni di tutte le altre cellule emopoietiche ed immunitarie rimasero ai livelli di controllo.

L’Echinacea riduce la sintomatologia di raffreddori ed influenze e la loro durata

Lindenmuth GF, Lindenmuth EB, "The efficacy of echinacea compound herbal tea preparation on the severity and duration of upper respiratory and flu symptoms: a randomized, double-blind placebo-controlled study", J Altern Complement Med 2000 Aug;6(4):327-34.

In uno studio in doppio cieco furono somministrati un preparato a base di Echinacea (Echinacea plus) oppure un placebo a 95 persone, ai primi sintomi di raffreddore o influenza.

Due settimane dopo l’inizio della prova, ogni paziente compil˛ un questionario per giudicare l’efficacia, la durata della sintomatologia ed il tempo occorso per la guarigione.

I risultati mostrarono una efficacia significativa dell’Echinacea in tutte le tre aree.

Non furono riportati efetti collaterali.

 Torna a Newsletter