Ma Huang: eventi avversi

Tratto dalla rete 

MA HUANG: UN'ERBA MEDICINALE CONTENENTE EFEDRINA. LE SEGNALAZIONI DI EVENTI AVVERSI CARDIOVASCOLARI CONTENUTI NELLA BANCA DATI DELL'FDA.
Francesco Salvo, Dipartimento Clinico e Sperimentale di Medicina e Farmacologia dell'Università di Messina

Premessa

Il Ma huang è un'erba appartenente al genere Ephedra, molto utilizzata come componente di alcuni supplementi dietetici. Viene assunta principalmente come medicamento "naturale" per perdere peso e come supplemento energetico. Il continuo incremento del suo impiego è probabilmente dovuto alla scarsa conoscenza e sottovalutazione dei suoi potenziali effetti tossici.

Per monitorare gli effetti tossici delle erbe medicinali e dei supplementi dietetici, la FDA ha creato l'ARMS (Adverse Reaction Monitoring System) che raccoglie ed indaga sistematicamente tali effetti. Il suo database è stato utilizzato per investigare gli effetti avversi eventualmente collegati all'uso di Ma huang.

Haller e Benowitz (1), analizzando i dati della FDA sugli effetti avversi raccolti nel periodo (giugno 19917-marzo 1999), hanno identificato 140 eventi conseguenti all'uso di supplementi dietetici contenenti Ma huang, di cui il 47% a carico del sistema cardiovascolare ed il 18% del sistema nervoso centrale.

Più recentemente Samenuk et al (2) hanno analizzato il database per il periodo Gennaio 95 Gennaio 97. Nella banca dati sono stati riscontrati 926 casi di sospetta tossicità da Ma huang, 37 dei quali (23 donne, 14 uomini con un'età di 43 ± 23 anni) rappresentati da gravi eventi cardiovascolari.

In particolare sono stati segnalati:

Dei 37 pazienti, 33 (89%) prendevano il Ma huang da più di una settimana, 27 (73%) da più di 1 mese.
L'esame delle cartelle cliniche di 36 di questi pazienti e le interviste telefoniche ai sopravvissuti od ai familiari degli stessi hanno permesso di appurare quanto segue:

  1. il preparato contenente Ma huang era stato sempre utilizzato secondo le raccomandazioni del produttore;
  2. il preparato era stato assunto per perdere peso, per ragioni energetiche o per migliorare il tono muscolare (bodybuilding);
  3. nessun paziente aveva una storia clinica o dati tossicologici che indicavano l'uso di altre sostanze;
  4. in un solo paziente vi erano eventi cardiovascolari pregressi.

Conclusioni

I dati della FDA dimostrano che il Ma huang è associato a morte improvvisa nonostante l'assenza di alterazioni strutturali del cuore.

Una considerevole porzione di pazienti risulta:

  1. giovane e senza altri fattori di rischio per patologie cardiovascolari (es diabete, ipertensione, fumo o familiarità positiva per le stesse);
  2. avere un'età inferiore a quella della popolazione generale che è tipicamente esposta a stroke, infarto del miocardio e morte improvvisa.

Ciò fa presupporre che questa erba medicinale venga usata prevalentemente da una popolazione giovanile.

La patogenesi degli eventi avversi cardiovascolari è difficilmente valutabile, ma sembra comunque assimilabile a quella dell'efedrina, l'alcaloide attivo del Ma huang.

Il Ma huang, così come l'efedrina, aumenta la disponibilità di catecolamine normalmente liberate nel vallo sinaptico a livello cardiaco e celebrale, aumentando così lo stimolo dei recettori alfa e beta adrenergici (3). Il risultato è un aumento della pressione sanguigna secondario ad un aumento del ritmo cardiaco, della frazione d'eiezione e delle resistenze periferiche (4).

L'efedrina viene ben assorbita per via orale e viene escreta in massima parte immodificata attraverso i reni, con un'emivita di 2,7-3,6 ore (5).

L'indice terapeutico dell'efedrina è basso, con effetti tossici sia a breve che a lungo termine (5).
L'efedrina è stata associata ad ictus ischemico ed emorragico, specie se associata ad altri stimolanti comuni
(6). Produce vasospasmo arterioso durante l'anestesia spinale (6) e, se somministrata endovena, può causare infarto acuto del miocardio (7).

Un'overdose di efedrina causa morte improvvisa (8).

La somministrazione continuata nel tempo causa la tipica cardiomiopatia riconducibile ad eccesso di catecolamine (9 – 10).

Bibliografia

  1. Haller CA, Benowitz NL. Adverse cardiovascular and central nervous system events associated with dietary supplements containing ephedra alkaloids. N Engl J Med. 2000; 343:1833-1838.
  2. Samenuk D, et al. : Advrese cardiovascular events temporally associated with ma-huang, an herbal source of ephedrine. Mayo Clin Proc. 2002; 77: 12-16.
  3. Sapru Hn, Theoarides TC. Autonomic Nervous System. In: Theoarides TC, ed. Essentials of Pharmacology. 2nd ed. Boston, Mass: Little, Brown; 1996:58
  4. Hoffman BB, Lefkowitz RJ. Catecholamines, sympathomimetic drugs, and adrenergic receptor antagonist. Goodman & Gilman's The pharmacological basics of theraspeutics. 9th ed. New York, NY: McGraw-Hill; 1996:221.
  5. Pentel P. toxicity of over-the-counter stimulants. JAMA. 1984; 252:1898-1903.
  6. Weesner KM et al. Cardiac arhythmias in an adolescent following ingestion of an over-the-countr stimulant. Clin Pedriat. 1982; 21:700-701.
  7. Cockings JG, Brown M. Ephedrine abuse caused acute myocardial infarction. Med J Aust. 1997; 167:199-200.
  8. Van Mieghem W et al. Ephedrine-induced cardiomyopathy [letter]. BMJ. 1978;1:816.
  9. To LB et al. Ephedrine-induced cardiomyopathy. Med J Aust. 1980;2:35-36.
  10. Isner Jm et al. Acute cardiac events temporally related to cocaine abuse. N Engl J Med. 1986;315:1438-1443.

Torna a Newsletter