CIMICIFUGA (1a parte) 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Nome Botanico

Cimicifuga racemosa 

Nome Comune

Black Cohosh, Cimicifuga 

Famiglia

Ranunculaceae 

Parte utilizzata

Radice

 Descrizione

La cimicifuga è un’erba perenne che può raggiungere i due metri d’altezza. La pianta produce un rizoma nerastro, carnoso e quadrangolare. Le foglie sono alternate, di colore verde scuro ed affilate. I fiori sono di colore bianco-crema e si formano in estate.

Un sinonimo botanico della Cimicifuga racemosa è Actaea racemosa.

 Usi storici

I primi che utilizzarono la cimicifuga furono gli indiani Americani, per lenire i dolori del parto, ed anche come antidoto contro i morsi di serpente.

E’ una pianta antispasmodica, che può lenire i crampi dell’area pelvica incrementando il flusso sanguigno di questa stessa area.

E’ indicata nei periodi dolorosi con crampi e condizioni infiammatorie dell’area pelvica associati a spasmi, tensioni o svuotamento uterino.

E’ anche utilizzata per il trattamento di dolori nervosi, cefalee, dolori articolari ed infiammazioni.

Il BHP fa una lista delle indicazioni specifiche della cimicifuga: reumatismi ed artrite reumatoide, mialgia intercostale, sciatica, tinnito, dismenorrea e coliche uterine.1
_____________
1British Herbal Medicine Association, 1983, British Herbal Pharmacopoeia, West Yorks, p 66.

 Avvertenze

L’assunzione di cimicifuga dovrebbe essere evitata durante la gravidanza, tranne che nel momento del parto.

 Tossicologia

Ai dosaggi normalmente consigliati, la cimicifuga è molto sicura e non provoca effetti collaterali. E’ comunque potenzialmente tossica se ingerita in dosi massicce. L’avvelenamento può essere caratterizzato da sintomi come nausea, vomito, cefalea ed in casi gravi da convulsioni e collasso cardiovascolare.1
_____________
1Freudenstein et al, 3rd International Congress on Phytomedicine, Munich 2000.

 Dosaggi

Erba essiccata: 40-200 mg al dì.

Estratto standard: 10-20 ml la settimana (1:2).

 Indicazioni

Artrite, endometrite, fibrosi, depressione da menopausa, sintomi da menopausa, osteoartrite, cisti ovariche, artrite reumatoide.

 Controindicazioni

Gravidanza.

 Azioni

Antireumatica, antitosse, emmenagoga, regolatrice ipotalamo-pituitario-ovarica, sedativa.

 Torna a Newsletter