FUNGHI REISHI (2a parte) 

Tratto dalla rete

Autore: Douglas Dupler - Tish Davidson

Traduzione di Marco Turazza. 

Uso generale

I funghi Reishi sono raccomandati come tonico generale per salute, energia e longevità. Vengono prescritti in casi di malattie varie come malattie cardiache e coronarie, cancro, AIDS, bronchiti croniche, epatiti croniche, mononucleosi.

Vengono anche utilizzati per trattare ipertensione arteriosa, asma, disordini nervosi, sindrome dell’affaticamento cronico, artriti.

Altre azioni: calmante nervoso, anti-insonnia, antistress, migliora la memoria, previene o ritarda la senilità.

Ricerche scientifiche dimostrano che i composti presenti nel ganoderma determinano un abbassamento della glicemia ed una diminuzione della capacità aggregante piastrinica. Ciò spiegherebbe la sua efficacia contro l’infarto e l’arteriosclerosi.

In Cina vengono anche utilizzati dagli alpinisti per combattere il mal d’altitudine e come antidoti contro i funghi velenosi.

Gli erboristi considerano il Ganoderma un adattogeno (o regolatore naturale) in grado di inibire il sistema immunitario quando esso è iperreattivo e di potenziarlo quando invece è iporeattivo.

Ciò sembra essere dovuto primariamente al loro contenuto in polisaccaridi e antiossidanti. Sono inoltre presenti significative quantità di vari elementi come potassio, magnesio, calcio e germanio.

Preparazioni

I funghi Reishi sono disponibili essiccati in polvere, tintura, compresse, capsule, sciroppo, etc, e provengono praticamente tutti da coltivazioni.

La dose raccomandata varia a seconda delle condizioni per cui viene prescritto.

In caso di condizioni gravi (cancro, malattie cardiache, infezioni croniche) la dose è di 9-15 grammi al giorno, suddivisa in tre somministrazioni.

Se viene utilizzato come tonico generale o in caso di condizioni meno gravi (asma, ipertensione, infezioni, problemi nervosi) la dose si aggira intorno ai2-6 grammi al giorno, sempre suddivisa in tre somministrazioni.

Le tisane possono essere preparate utilizzando la polvere essiccata di funghi Reishi. La dose raccomandata è di 2-5 grammi di polvere per litro di acqua.

La preparazione andrebbe fatta facendo scaldare la polvere a bassa temperatura per almeno due ore, in modo da estrarre tutti i principi attivi.

Precauzioni

Le persone sofferenti di allergie alla muffa o ai funghi dovrebbero assumere i Reishi con cautela, sebbene le reazioni allergiche siano generalmente molto rare.

Non vi sono effetti tossici conosciuti.

Effetti collaterali

In tutti gli studi clinici, i funghi Reishi non si sono mai dimostrati tossici, nemmeno ad alte dosi, e non sono mai stati osservati forti effetti collaterali.

Possono tuttavia, specie quando vengono assunti ad alte dosi e per lunghi periodi di tempo, essere raramente osservati moderati effetti collaterali, come mal di stomaco, diarrea, secchezza delle fauci, eruzioni cutanee, vertigini, che comunque scompaiono nel giro di qualche giorno.

Quando presenti, questi effetti collaterali possono essere affievoliti assumendo il prodotto durante i pasti. Alte dosi di vitamina C assunte insieme al trattamento sembrano poter ridurre l’eventuale diarrea.

Interazioni

I funghi Reishi vengono spesso utilizzati insieme ad altre erbe cinesi senza che sia riportata alcuna interazione indesiderata. Non vi sono tuttavia molti studi sull’eventuale possibilità di interazioni con farmaci occidentali.

Torna a Newsletter