La RODIOLA migliora il benessere sotto condizioni stressanti 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Spasov AA, Wikman GK, Mandrikov VB, et al.

A double-blind, placebo-controlled pilot study of the stimulating and adaptogenic effect of Rhodiola rosea SHR-5 extract on the fatigue of students caused by stress during an examination period with a repeated low-dose regimen.

Phytomedicine 2000; 7(2): 85-89.

Uno studio clinico effettuato in Russia, placebo controllato, ha dimostrato che un estratto di Rhodiola rosea è stato in grado di migliorare il benessere fisico e la risposta neuromotoria, di ridurre l’affaticamento mentale e di migliorare il benessere generale in un gruppo di studenti di medicina in un periodo di stress da esami.

I 40 partecipanti allo studio, tutti uomini indiani di età tra i 17 ed i 19 anni, furono casualmente assegnati a due gruppi; ad uno fu somministrato un placebo, mentre all’altro gruppo fu somministrato un estratto di Rodiola con un dosaggio pari a 50 mg per due volte al giorno.

Le differenze più significative tra i due gruppi furono notate a livello di benessere fisico, affaticamento mentale, risposta neuro-motoria e benessere generale. Non furono riportati eventi avversi.

Considerando che il dosaggio utilizzato in questo studio era inferiore rispetto a precedenti studi, i ricercatori conclusero che lo studio ha dato risultati significativi del gruppo trattato con Rodiola rispetto a quello con placebo, ma che il dosaggio utilizzato era probabilmente sub-ottimale.

Secondo gli autori, la maggior parte degli studi precedentemente effettuati per valutare gli effetti anti-fatica e miglioranti del benessere della Rodiola erano stati fatti utilizzando dosaggi almeno tre volte più alti.

Quando essa viene assunta nella pratica psichiatrica per trattare sindromi asteniche (debolezza e debilitazione), si utilizzano dosaggi anche 15 volte maggiori per periodi di 1-2 mesi.

Torna a Newsletter