Promettente azione antiatritica di un bioflavonoide del Ginkgo. 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza.

 Kim H, Son K, Chang H, et al.

Inhibition of rat adjuvant-induced arthritis by ginkgetin, a biflavone from Ginkgo biloba leaves.

Planta Med 1999; 65: 465-467.

I flavonoidi sono dei composti chimici ampiamente distribuiti nel mondo vegetale.

Essi hanno dimostrato possedere molteplici attività antiinfiammatorie ed immunomodulanti.

Una classe di flavonoidi, chiamati bioflavonoidi, mostrano importanti proprietà antiinfiammatorie, compresa l’inibizione di una particolare fosfolipasi presente nel processo della risposta infiammatoria.

Un bioflavonoide particolare presente nel Ginkgo, chiamato ginkgetina, ha mostrato la capacità di inibire il rilascio di acido arachidonico e dei suoi metaboliti.

In combinazione, questi dati suggeriscono che la ginkgetina è una potente sostanza antiinfiammatoria.

Per testare questa ipotesi, si indusse l’artrite in ratti di laboratorio, i quali furono poi trattati con ginkgetina oppure con prednisolone (sostanza sintetica).

Nel gruppo trattato con ginkgetina si ottenne una notevole riduzione dell’infiammazione, ma non mediante somministrazione orale.

La comparazione del peso del corpo e di vari organi nei due gruppi rivelarono che nel gruppo trattato con prednisolone, a differenza di quello trattato con ginkgetina, si ebbe una riduzione del peso di milza e timo.

Una successiva prova dimostrò che la ginkgetina possiede anche attività analgesica.

Torna a Newsletter