L’attività antiossidante del Tè non viene modificata dall’aggiunta di latte. 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Evelyn Leigh, HRF

Leenen R, Roodenburg AJC, Tijburg LBM, Wiseman SA.

A single dose of tea with or without milk increases plasma antioxidant activity in humans.

European Journal of Clinical Nutrition 2000; 54: 87-92.

Serafini M, Ghiselli A, Ferro-Luzzi A.

In vivo antioxidant effect of green and black tea in man.

European Journal of Clinical Nutrition 1996; 50: 28-32.

L’attività antiossidante del Tè Verde e del Tè Nero (Camellia sinensis (L.) Kuntze, Theaceae) nell’organismo (in vivo) è ben documentata, ma rimane una importante domanda: l’aggiunta del latte può inibire la biodisponibilità dei polifenoli del tè?

Il presente studio olandese ha mostrato che una singola dose di Tè, sia esso verde o nero, con o senza latte aggiunto, ha causato un significativo rialzo dell’attività antiossidante plasmatica (Leenan et al., 2000).

Lo studio ha confrontato gli effetti antiossidanti del Tè verde, del Tè nero e dell’acqua minerale non gassata, con e senza latte aggiunto su 21 volontari sani. Ognuno dei partecipanti alla prova ha ricevuto una dose di una delle sei sostanze in sei diversi giorni.

Una singola dose di Tè è stata definita come 2 grammi di sostanza solida in 300 ml di acqua (Lipton Research Blend, Lipton, Englewood Cliffs, NJ).

I ricercatori utilizzarono la capacità riduttiva ferrica del plasma (FRAP) per misurare sia l’attività antiossidante plasmatica che i livelli di catechine.

Furono presi dei campioni di sangue all’inizio della prova e poi ancora a 30, 60, 90 e 120 minuti dopo l’assunzione dei prodotti.

Secondo i risultati, sia il Tè verde che quello nero provocarono un innalzamento dei livelli plasmatici di antiossidanti e catechine, ma gli effetti del Tè verde furono significativamente più grandi in tutti i tempi testati. L’aggiunta di latte in entrambi i tipi di Tè non ha alterato i risultati in modo significativo.

Mentre un limitato numero di studi supporta questi risultati, altri hanno mostrato che il latte avrebbe un impatto negativo sull’attività antiossidante del Tè.

Un precedente studio pubblicato ne "the European Journal of Clinical Nutrition" aveva concluso che mentre l’aggiunta di latte non aveva avuto alcun effetto modificatorio sulla attività antiossidante del Tè in vitro, in vivo appariva interferire con l’assorbimento dei polifenoli del Tè.

Gli autori di questo studio anteriore spiegarono questo fatto ipotizzando che le proteine del latte potrebbero complessarsi con i polifenoli del Tè; i ricercatori supposero che il complesso latte/polifenoli resisterebbe alla distruzione gastrica, impedendo in tal modo il successivo assorbimento dei polifenoli stessi. Essi supposero anche che il latte potrebbe ostacolare l’assorbimento dei polifenoli mediante un aumento del pH gastrico (Serafini et al., 1996).

Dall’altro lato gli autori del più recente studio suggerirono che il titolo antiossidante utilizzato da Serafini e colleghi (Total Radical trapping Ability of Plasma = TRAP) potrebbe essere meno attendibile del metodo FRAP, in quanto il TRAP potrebbe essere associato ad un più alto grado di variabilità.

 Torna a Newsletter