Medicina erboristica cinese efficace contro la sindrome dell’intestino irritabile. 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Evelyn Leigh, Herb Research Foundation

Bensoussan A, Talley NJ, Hing M, Menzies R, Guo A, Ngu M.

Treatment of irritable bowel syndrome with Chinese herbal medicine.

JAMA 1998; 280(18): 1585-1589.

 Uno studio australiano recentemente pubblicato sul Journal of the American Medical Association ha portato un forte supporto scientifico all’uso tradizionale di erbe cinesi per il trattamento della sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Gli autori ritengono che questo sia il primo studio clinico in grado di documentare rigorosamente l’efficacia della medicina fitoterapica cinese nel trattamento della IBS, ed il primo ad incorporare la diagnosi tradizionale cinese ed i metodi di trattamento della IBS in un modello di studio convenzionale strettamente controllato (Bensoussan et al., 1998).

Lo studio, randomizzato, placebo controllato ed in doppio cieco, è stato realizzato su 116 persone con IBS attiva, provenienti da vari ospedali e cliniche gastroenterologhe di Sydney, Australia.

I pazienti furono diagnosticati dapprima dai gastroenterologi utilizzando metodi diagnostici occidentali standard, e poi da erboristi cinesi in accordo con i principi della medicina tradizionale cinese.

A 43 persone, scelte in modo casuale, fu somministrata una formula erboristica cinese considerata in grado di regolare e di irrobustire la funzione dell’intestino, ad altre 38 furono somministrate formule erboristiche personalizzate e 35 persone ricevettero un placebo fatto in modo da essere indistinguibile dai trattamenti erboristici.

Tutti i trattamenti furono somministrati sotto forma di capsule.

I trattamenti personalizzati furono formulati in modo specifico dagli erboristi cinesi, che supervisionarono il trattamento durante il corso della prova. Ogni soggetto lavorò esclusivamente con un solo erborista durante tutto il periodo dello studio.

I risultati furono valutati dai gastroenterologi dopo otto settimane ad ancora alla fine delle 16 settimane di trattamento.

Sia la formula erboristica standard che le formule personalizzate si rivelarono significativamente più efficaci del placebo nel lenire la sintomatologia da IBS

Coloro i quali avevano assunto la formula standard migliorarono del 44% (secondo la valutazione dei pazienti stessi) e del 59% (secondo la valutazione dei medici), mentre i pazienti che assunsero le formulazioni personalizzate migliorarono rispettivamente del 42% e del 40%, contro un miglioramento pari al 22% e al 19% dei soggetti appartenenti al gruppo placebo.

La formula standard utilizzata in questa prova era costituita da 20 erbe cinesi, non elencate nell’articolo. Non furono nemmeno descritte le formule personalizzate. Le erbe utilizzate nelle maggiori proporzioni nella formulazione standard furono comunque:

Due pazienti si ritirarono dallo studio a causa del verificarsi di effetti collaterali collegati al trattamento erboristico (disturbi gastrointestinale e cefalee). Non si ebbero altri effetti collaterali importanti.

Gli Americani e gli Australiani soffrono di IBS per una percentuale di circa il 10-20%. Si tratta di un disturbo cronico caratterizzato da dolorabilità addominale, sanguinamento e disturbi della funzionalità intestinale con un’alternanza di stipsi e diarrea.

Secondo gli autori del presente studio non esiste un singolo trattamento medico in grado di dare un attendibile sollievo sintomatologico o la guarigione della malattia.

Secondo le valutazioni dei medici che hanno partecipato a questo studio, il 78% dei pazienti che hanno assunto la formulazione cinese standard ed il 50% di coloro che hanno invece assunto le formulazioni personalizzate hanno goduto di un miglioramento della sintomatologia, in confronto con un 30% dei soggetti che avevano invece assunto il placebo.

 Torna a Newsletter