Le proteine.

(7a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Sarah Holland
Director of the East West Herb Course in the U.K.
 

Il fabbisogno proteico è maggiore nei bambini, negli anziani, in gravidanza e durante l’allattamento, nei periodi successivi ad un intervento chirurgico e in caso di intensa attività fisica.

I cibi ricchi in proteine dovrebbero essere assunti individualmente e non mescolati tra di loro. Il latte è particolarmente adatto ad essere ingerito da solo, preferibilmente tiepido, non caldo. I cibi ricchi in proteine non si mescolano bene con la frutta, perché quest’ultima rende difficoltosa la digestione delle proteine. In genere carne e pesce se mescolati con cereali sono più difficili da digerire.

Allora, quali sono le fonti proteiche migliori per noi?

Carni di agnello e manzo, latte intero e uova hanno subito parecchia pubblicità negativa e molte persone le hanno tolte dalla loro dieta o perlomeno le hanno drasticamente ridotte.

Il punto di vista orientale sul cibo non considera modelli di eccesso/carenza, caldo/freddo, sapore, odore, o come cibi individuali possano essere usati per sbilanci specifici. Vi è una prospettiva più larga: le emozioni (equilibrio fisico, emozionale e spirituale), i modi di cucinare, le stagioni, etc. 

 Torna a Newsletter