Aumentare la vitalità e la produttività con qualche semplice consiglio alimentare.

(1a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Shasta Tierra L. Ac., AHG

Shasta Tierra ha studiato e lavorato con suo padre, Michael Tierra, noto erborista ed autore di: The East West Herbal Correspondence Course, The Way of Herbs, Planetary Herbology, The Natural Remedy Bible, Chinese Herbal Medicine and The Way of Chinese Herbs. Ha anche lavorato con l’erborista Christofer Hobbs L. Ac., AHG e con l’agopunturista Miriam Lee. Ora sta praticando Medicina Tradizionale Cinese nella sua clinica a San Jose, California.

Avete mangiato lo stesso cibo per anni?

Avete provato bassa energia dopo aver mangiato determinati cibi?

Vi siete mai chiesti perché nonostante vi siate cibati di poche calorie, avete faticato molto a perdere peso e alla fine l’avete ripreso?

La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) ha un modo particolare di guardare il cibo dal punto di vista energetico che non ha niente a che fare con il concetto occidentale di nutrizione.

Oltre il noto potere energetico dei macro e micro nutrienti (carboidrati, proteine, vitamine e minerali), la loro maturazione, il colore, la struttura ed il sapore, i cibi hanno anche un effetto stimolante sulle funzioni organiche.

Vecchia di 4000 anni, la MTC rappresenta una forma di medicina altamente efficace praticata in tutto il mondo. Essa non solo include l’agopuntura, l’erboristica, la terapia del calore e il QI Gong (terapia dell’esercizio), ma include anche la terapia del cibo come una delle modalità più importanti.

Nel passato il lavoro degli agopunturisti cinesi (praticanti della MTC) era quello di far si che i loro pazienti si sentissero bene. Se i pazienti si ammalavano, non venivano pagati, così la salute dei loro pazienti, sotto tutti i punti i vista, era cosa della massima importanza, ed il cibo era , ed è, in vetta alla lista.

 Torna a Newsletter