Aumentare la vitalità e la produttività con qualche semplice consiglio alimentare.

(7a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Shasta Tierra L. Ac., AHG

Shasta Tierra ha studiato e lavorato con suo padre, Michael Tierra, noto erborista ed autore di: The East West Herbal Correspondence Course, The Way of Herbs, Planetary Herbology, The Natural Remedy Bible, Chinese Herbal Medicine and The Way of Chinese Herbs. Ha anche lavorato con l’erborista Christofer Hobbs L. Ac., AHG e con l’agopunturista Miriam Lee. Ora sta praticando Medicina Tradizionale Cinese nella sua clinica a San Jose, California. 

Nei millenni, gli antichi Cinesi scoprirono come questi sapori si armonizzano con gli organi, tonificandoli o sedandoli a seconda delle necessità individuali e delle stagioni. Gli insegnamenti dei preti Taosti includevano sempre una conoscenza della dieta terapeutica.

Così, cosa ha tutto ciò a che fare con coloro che, per esempio, dopo aver preso un raffreddore sono convinti che la miglior cosa da fare sia bere dei succhi di frutta ricchi di zuccheri, perché contengono molta vitamina C?

Forse la vitamina C va bene, ma la bassa temperatura e la natura del succo di frutta sono decisamente sbagliati.

Il concetto di freddo essenzialmente significa abbassare il metabolismo corporeo, mentre il caldo significa aumentarlo. Perciò, quando consumiamo cibi fuori stagione, vi è uno sbilanciamento della chimica del nostro organismo rispetto alla stagione e all’ambiente climatico.

Come risultato, il nostro sistema immunitario e la digestione si indeboliscono e siamo più suscettibili alle malattie esterne, come raffreddori ed influenze.

La stessa cosa è valida anche per le persone che sono in sovrappeso. Essi possono privarsi delle calorie necessarie, mangiare cibi freddi come yogurt, frutta, insalata, etc. e poiché essi hanno depresso o raffreddato il loro metabolismo, una volta che riprendono a magiare normalmente riguadagnano tutto il peso perduto, con gli interessi.

La maggior parte dei pazienti che vogliono perdere peso sono trattati singolarmente.

Bisogna analizzare il loro problema ed esplorare con loro i possibili sbilanci alimentari basati sulla loro peculiare costituzione.

 Torna a Newsletter