Erboristeria cinese in America

(3a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Dr. Michael Tierra L.AC., O.M.D. 

I Cinque Sapori.

I Cinque Sapori sono: speziato, dolce, acido, amaro e salato. Alcune erbe possono avere un complesso di pi¨ sapori.

Questa classificazione organolettica rappresenta un modo di collegare le erbe alla loro azione biochimica. I sapori delle erbe non collegano sempre il sapore realmente percepito, ma sono utilizzati per indicare l’azione di erbe specifiche.

Sapore speziato

Tra le erbe con questo sapore troviamo la cannella, il pepe, lo zenzero e la menta.

Sono utilizzate per promuovere la diaforesi, per disperdere le influenze patogene esterne, per promuovere la circolazione e per ripristinare l’energia.

Il sapore speziato comunemente indica la presenza di oli volatili. Ci˛ significa che le erbe che presentano tale sapore non devono essere bollite o decotte, ma aggiunte 10 o 20 minuti dopo la preparazione delle altre erbe costituenti una specifica formula.

Sapore dolce

Tra le erbe di questo tipo vi sono quelle toniche e nutrienti, come il ginseng, il codonopsis e la radice di astragalo. Oltre ad avere proprietÓ nutrienti e tonificanti, queste erbe sono utili per normalizzare le funzioni gastriche e spleniche, per armonizzare gli effetti di erbe diverse all’interno di formulazioni, per alleviare spasmi e dolori, etc.

Vengono generalmente utilizzate per trattare varie sintomatologie, tra cui tosse secca, costipazione causata da secchezza intestinale, malnutrizione e scarsa energia.

Alcune erbe dolci hanno inoltre proprietÓ disintossicanti.

Il sapore dolce generalmente indica la presenza di carboidrati, proteine, zuccheri di vario genere e glicosidi.

Sapore acido

Questo sapore Ŕ presente ad esempio nella buccia di arancia e nelle bacche di schissandra.

Le erbe che presentano sapore acido sono utilizzate per la loro azione astringente e per arrestare la sudorazione.

Vengono utilizzate contro la traspirazione causata da debolezza, tosse cronica, diarrea cronica, spermatorrea, enuresi, urinazione frequente, leucorrea cronica, metrorragia, etc.

Le erbe di questo gruppo possono contenere composti acidi e tannini.

Sapore amaro

Questo gruppo include erbe come il coptis, la genziana, la lonicera, il rabarbaro e molte altre.

Le erbe con questo sapore sono generalmente utilizzate contro infiammazioni, infezioni, tossicosi, umiditÓ, tosse con vomito.

Le erbe di questo gruppo possono presentare molti costituenti chimici diversi, ma i pi¨ caratteristici di questi sono gli alcaloidi.

Sapore salato

Questo sapore si presenta in varie erbe marine, in certi sali minerali come il solfato di sodio ed in certe piante.

Le erbe che presentano questo sapore sono spesso utilizzate per lubrificare, rammollire masse dure ed alleviare la costipazione.

In molti casi le erbe che hanno lo stesso sapore presentano anche proprietÓ simili, mentre quelle con diversi sapori hanno anche diverse proprietÓ

Comunque, alcune erbe possono presentare sapori simili ma diverse proprietÓ e viceversa.

 Torna a Newsletter