Erboristeria cinese in America

(5a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza. 

Dr. Michael Tierra L.AC., O.M.D. 

I 12 organi interni.

Nella storia più recente della medicina cinese, le erbe sono state classificate a seconda delle loro interazioni con uno o più dei dodici organi interni.

Poiché come organi interni la medicina cinese considera non solo gli organi specifici, ma anche i canali e i meridiani dell’agopuntura che appartengono a quegli organi, erbe specifiche sono conosciute per avere un più o meno specifico effetto sul corrispondente meridiano d’organo.

Molte delle relazioni sono ovvie e corrispondono, con alcune eccezioni, alle relazioni tra i sapori ed i cinque elementi.

Le erbe con un sapore dolce appartengono tipicamente all’elemento terra e quindi entrano i meridiani di milza, pancreas e stomaco. Questo tipo di erbe presentano comunemente una energia nutritiva e tonificante.

Quelle che hanno sapore speziato appartengono ai polmoni e all’intestino crasso, e sono collegate all’elemento metallo. Almeno per ciò che riguarda i polmoni, queste hanno la capacità di promuovere la diaforesi e far diminuire la quantità di muco.

Le erbe che presentano energia salata appartengono ai reni, ghiandole surrenali e vescica e sono collegate all’elemento acqua. Queste hanno effetti lubrificanti e umidificanti sui tessuti del corpo.

Le erbe acide agiscono sui meridiani del fegato e della vescica biliare, appartengono all’elemento legno, e la loro funzione è quella di aiutare, regolando od inibendo, le secrezioni corporali.

Finalmente, le erbe amare appartengono all’elemento fuoco e sono relazionate con il cuore, pericardio e intestino tenue. Sono erbe disintossicanti ed aiutano a tenere puliti i passaggi circolatori, migliorando il flusso sanguigno.

Come detto precedentemente, vi sono delle eccezioni nel rapporto tra i sapori ed i corrispondenti organi e meridiani agopunturali. Poiché le erbe presentano spesso proprietà biochimiche complesse, esse possono avere più di un sapore ed interagire così con più di un meridiano.

Esiste una teoria minore basata sulla corrispondenza dei cinque elementi ed i colori delle erbe. Così le erbe verdi agiscono sul fegato, le sostanze rosse sul cuore, quelle gialle sulla milza, quelle bianche sui polmoni e quelle nere sui reni.

Al di là di quello che è il reale colore delle erbe, i Cinesi si prendono la briga di colorare le pastiglie in accordo con il particolare organo che è afflitto dalla malattia che si cerca di trattare.

 Torna a Newsletter