Funghi medicinali cinesi.

Miracoli (1a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza

Di Bert Hoffman

Energy Times – 12 Aprile 2004

 Parlando di funghi, solo poche persone pensano immediatamente a strumenti importanti per potenziare il nostro benessere. Pi¨ spesso essi vengono considerati solamente come un cibo particolarmente gustoso.

Il potenziale impatto dei funghi sulla salute, per˛, Ŕ di gran lunga superiore alla loro reputazione culinaria.

Non c’Ŕ bisogno di una grande immaginazione per capire come mai i funghi sono stati trascurati dalla moderna ricerca di piante in grado di potenziare la salute.

Incapaci di produrre clorofilla, spesso dipendenti dalla "disponibilitÓ" di altri organismi in grado di produrre i nutrienti necessari alla loro sopravvivenza, questi umili abitanti di luoghi umidi e bui sembrano preferire una esistenza anonima, al di fuori della conoscenza scientifica.

In ogni caso, i funghi hanno ora assunto una posizione centrale nell’ambito della ricerca.

Grazie alla presenza, al loro interno, di potenti sostanze chimiche naturali che sembrano poter influenzare fortemente la salute umana ed il benessere, i funghi hanno subito nell’ultima decade molti studi intensivi per verificare se e come siano in grado di trattare varie malattie, e di ridurre il rischio di contrarre il cancro.

In particolare, queste recenti ricerche sono iniziate nel Paese che pi¨ di ogni altro da molto tempo onora questi piccoli organismi: il Giappone.

Giappone ed altri Paesi orientali hanno da sempre riconosciuto l’immenso valore dei funghi, sia come alimenti che come medicinali.

Cibo e medicine

Un antico detto cinese recita: "il cibo e le medicine hanno una origine comune".

Uno dei pi¨ antichi libri di medicina cinese (il Shen Noug’s Herbal) per primo rilev˛ gli straordinari effetti benefici dei funghi ben 2.000 anni fa, nel primo secolo dopo Cristo.

Pi¨ recentemente, ma ancora molto prima della moderna medicina occidentale, nel 1575 il Pen Ts’ao Kang Mu (un compendio cinese di terapia medica) scritto da Li Shi Zhen, deline˛ i benefici medici di circa 20 funghi.

Ai giorni nostri i ricercatori moderni sono convinti che l’utilitÓ dei funghi sia dovuta alla presenza di una grande quantitÓ di antiossidanti.

Ma non solo. Gli studiosi pensano che alcune di queste sostanze chimiche siano in grado di far crollare il rischio di contrarre il cancro, di far abbassare significativamente la pressione arteriosa, di aiutare l’organismo a combattere il diabete, di proteggere il fegato, di alleviare le malattie dovute ad infiammazioni varie, di far abbassare la probabilitÓ di avere una aggregazione piastrinica, di aiutare il sistema immunitario a difendersi da virus e batteri.

Una vera e propria collezione di benefici!

 Torna a Newsletter