Funghi medicinali cinesi.

Miracoli (3a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza

Di Bert Hoffman

Energy Times – 12 Aprile 2004 

Benefici del fungo Maitake

Nel frattempo, anche il beta-D-glucano estratto dai funghi Maitake ha mostrato un potente effetto anticancro in esperimenti di laboratorio (Immunopharm Immunotox; 19:175).

In uno studio i ricercatori di un laboratorio dove si stava cercando di testare l’azione di varie sostanze sulle cellule del cancro alla prostata, trovarono che l’applicazione di estratti di fungo Maitake portava ad una specie di autodistruzione programmata (apoptosi) delle indesiderate cellule cancerose (Molec Urol; 4:7).

In un altro studio una sostanza nota come frazione D ha mostrato una forte capacità di combattere il cancro su animali di laboratorio; la crescita tumorale del loro fegato venne ridotta fino al 90% (Ann NY Acad of Sci; 833:204).

Nello stesso tempo ricerche effettuate in Cina sulla gente, hanno dimostrato che il Maitake può ridurre i tumori ed alleviare gli effetti della leucemia (Alter Comp Ther 12/98; 420).

Secondo il "A.S. Daba and O.U. Ezeronye (Afr Jrnl Bio 12/03;672)": "i polisaccaridi dei funghi offrono una grande speranza ai pazienti affetti da cancro ed ai sofferenti di molte malattie devastanti. Queste sostanze sostengono un principio fondamentale della medicina orientale: aiutano a regolare l’omeostasi dell’intero organismo e portano la persona malata al suo normale stato di Salute."

L’ Active Hexose Correlated Compound (AHCC), estratto da vari funghi tra cui lo Shiitake, è una sostanza relativamente nuova studiata anche per la sua attività anticancro.

Gli studi sulla AHCC iniziarono in Giappone negli anni ’90 quando gli studiosi cercavano il modo per poter aiutare i pazienti a guarire dal cancro del fegato. In quei test, i ricercatori trovarono che somministrando l’AHCC si poteva apparentemente allungare il periodo di sopravvivenza.

Gli studiosi sono certi che in un prossimo futuro essi saranno in grado di scoprire altre azioni anticancro dei funghi e delle sostanze in essi contenute.

Un vantaggio chiave di queste sostanze naturali è l’assenza di effetti collaterali.

Ad esempio durante le ricerche effettuate su una sostanza anticancro, il Lentinano estratto dai funghi Shiitake, i ricercatori hanno trovato che meno dell’ 1% delle persone trattate soffrirono di effetti collaterali tali da fargli sospendere il trattamento (in questo caso il lentiano fu utilizzato per trattare il cancro allo stomaco).

Una lunga lista di funghi benefici sta probabilmente ancora aspettando di essere scoperta.

Ancora una prova dei benefici dei funghi: uno studio eseguito su coloro che coltivavano i funghi in una parte del Giappone chiamata "Nagano Prefecture", mostrò che su queste persone la percentuale di soggetti che hanno contratto un tumore era notevolmente inferiore a quella registrata sugli altri abitanti della stessa regione.

Nel resto del Giappone almeno una persona su 600 muore di cancro. La percentuale scende a 1 su 1.000 nei soggetti che coltivano i funghi e che hanno una dieta molto ricca degli stessi.

John Smith, medico dell’Università di Strath-Clyde afferma che: "prove sempre più consistenti dimostrano che i funghi offrono una serie di composti importanti dal punto di vista medico che non sono ancora stati valutati dagli studiosi della moderna medicina occidentale".

I funghi offrono il meglio di entrambi i mondi: buona salute ed ottimo sapore!

 Torna a Newsletter