Avena (1a parte). 

Tratto dalla rete

Traduzione di Marco Turazza

 AVENA

Classificazione.

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Poales

Famiglia: Poaceae

Genere: Avena

Specie: A. sativa

Distribuzione.

L’avena è nativa della Eurasia e sembra che solo in tempi relativamente recenti si sia iniziato a coltivarla.

Essa viene ora coltivata in tutte la zone teperate.

La sua crescita non richiede un elevato calore estivo e presenta una maggiore tolleranza alla pioggia rispetto ad altri cereali come grano, segale ed orzo, e assume quindi una particolare importanza nelle aree del nord-est europeo, che presenta estati fredde ed umide.

E’ stata coltivata con successo perfino in Islanda.

L’avena è una pianta annuale e può essere seminata sia in autunno (per la raccolta di fine estate), sia in primavera (per la raccolta di inizio autunno).

Storicamente, l’avena ha subito alti e bassi livelli di popolarità.

In Inghilterra essa veniva un tempo considerata una granaglia di basso valore, mentre in Scozia era, ed ancora è, una pianta che godeva di grande stima.

Un proverbio inglese dice che "l’avena è utile solo come cibo per i cavalli e gli scozzesi", e la risposta scozzese è che "l’Inghilterra ha i migliori cavalli e la Scozia i migliori uomini".

La scoperta delle sue proprietà anti-colesterolo ha portato ad una più grande considerazione dell’avena come cibo per il genere umano.

 Torna a Newsletter